Carla Fiocco

Carla Fiocco Borgatti ha sempre avvertito la pittura come un modo del tutto personale di rapportarsi alla realtà, alle emozioni, alle cose di ogni giorno.

La vicenda artistica di Carla Fiocco è la storia di una lunga attesa, tra scelte e dilazioni della pittura. Dapprima è passata per una sorta di vocazione giovanile che si infiammava con le lezioni di Angelo Prudenziato e di Giselda Breseghello, ma che stentava a trovare risposta in una propria scelta artistica. Tanto che solo una ventina di anni fa sono arrivati i primi assaggi di una nuova stagione e i primi tentativi di trovare un linguaggio autentico, profondamente connesso al Polesine e alla sua tradizione iconografica. Grazie all'incoraggiamento e ai consigli di Bianca Poli sono poi arrivati i paesaggi, le nature morte con tanti fiori e le immagini di case, sempre con tanto colore.

Le case, sono il soggetto dei suoi lavori recenti. Le case della Fiocco non appartengono ad un luogo identificabile, sono case metafore della vita, della società: mai solitarie, sempre a gruppi, accostate e quasi intrecciate le une alle altre, simbolicamente sono pezzi di umanità che cercano, pur con tutte le difficoltà del contemporaneo, di dialogare insieme.

Carla Fiocco vive e lavora a Rovigo; da oltre un ventennio partecipa a mostre collettive e personali in Rovigo e non solo, incontrando sempre apprezzamento di pubblico e critica, continuando a stupirci e a regalarci emozioni.

portfolio


Si ringrazia per la  realizzazione di questo sito:


copyright Circolo Arti Decorative

Piazzetta Annonaria Rovigo