Danilo Giacobbe

La passone per l'arte simanifesta sin dqalle scuole medie.

Al compimento dei 18 anni ha iniziato con piccoli quadri su compensato, tavolette da 30 centimetri x 30. Ne ha fatti circa una dozzina che poi ha regalato a amici e parenti. In seguito ha sospeso questa passione perchè il mondo del lavoro lo impegnava moltissimo.

Ha ripreso l'attività artistica nel maggio  2011 dopo essere arrivato alla pensione.

Le caratteristiche delle sue opere si distingono in maniera evidente rispetto agli altri artisti classici di pittura, basso rilievo, scultura, in quanto caratterizzate dall'uso dei fiammmifi lergemente bruciati; A integrare ci sono anche parti dipinte con colori acrilici e oltre a questo, in alcuni casi, usa diversi materiale di recupero.

Il suo stile è definito Naif, anche per quello che rappresenta: i ricordi della sua infanzia, lavori manuali, storie da raccontare, animali, realtà della vita e della quotidianità, affidandosi alla memoria visiva e ad uno schizzo preparatorio che può modificare in itinere.